Staff TraLeRighe

Brancadoro Emilio
Carolla Silvana
Faniello Domenico

Galliano Mauro

BukItaly

FESTIVAL DEL LIBRO - ESTATE 2020
DAL 6 AL 31 LUGLIO
logo-nuuuuz.com.jpg
logo-nuuuuz.com.jpg

BukSummer è organizzato da TraLeRighe

Logo2020.jpg

HOME

HOME

SCADENZA ISCRIZIONI 30 settembre 2020

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

Logo2020.jpg

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

Alessandro Tittoto e le sue emozioni prima dell'evento "Sulle note del tuo libro"

Raccontare di quella che può essere l’emozione “pre-fiera”? Certo, non è semplice così su due piedi. Cosa si può dire senza essere scontati e banali? Che importanza ha? L’importante è esserci intanto e questo è un primo passo. Potrei raccontare di come sono venuto a conoscenza di questa iniziativa ma anche questo servirebbe a poco se non a ribadire che a volte il tam tam tra conoscenti vale più di mille campagne pubblicitarie. Certo, mi stupisce e mi incuriosisce immaginare di prendere parte ad una fiera dove ad allestire lo stand è una singola persona, quello scrittore emergente che porta la sua opera. Mi è capitato in passato di partecipare ad una fiera insieme alla casa editrice del mio libro ma, di fatto, c’ero io e altri mille su quel banco, insieme ad altri mille banchi con mille altri libri. Appena dispersiva la cosa, ma si sa, quando il tuo nome è “nessuno”, e non sto citando il film di Terence Hill, non ti puoi aspettare l’occhio di bue puntato contro. Giusto così, ogni cosa a suo tempo. Adesso mi trovo a dover raccontare in proiezione cosa mi smuove, come mi emoziona “sulle note del tuo libro”. Intanto mi piace l’idea di farne parte, in modo anche del tutto inaspettato, visto che sono salito sul treno in corsa a due settimane dall’evento. Già questo basta a scuotere gli animi, l’adrenalina di fare tutto un po’ rapidamente ed è anche meglio perché così non ho tempo di pensare troppo. Queste due righe per esempio le sto scrivendo all’una di notte perché domani “mi sembra tardi”. Allo stesso tempo ti chiedi, come quando fai le cose di fretta, se hai preso il treno giusto, se questa cosa è fatta per te, se sei all’altezza di tutto ciò e mille altre parole che in buona parte sono superflue. Sì, in realtà, è tutto giusto, se sono arrivato fin qui è perché ci dovevo essere e non importa come. Quindi, concludo dichiarando che la fiera mi dà quell’emozione giusta che è poi lo stimolo che spinge ognuno di noi a intraprendere strade nuove e nuove avventure.



7 visualizzazioni