Arcobaleno lunare di Simona Mendo

TRAMA

Sullo sfondo di una romantica Genova, la storia di un amore tanto puro quanto tormentato da bugie e segreti.

Bianca ha un doloroso passato alle spalle, è insicura e nutre poca stima in se stessa. L’incontro con Neemia, però, risveglia in lei la voglia di emanciparsi e riscattarsi come donna prima di tutto.

Per quanto si sforzi di essere indifferente al suo fascino, ne è pericolosamente attratta.

Freddo e impassibile lui, disincantata e calcolatrice lei. Ma sono solo maschere per nascondere i rispettivi sentimenti. Finché non è proprio Bianca a scoprire il terribile segreto di Neemia durante una vacanza.

Scossa e disgustata, ritorna alla sua Genova, nascondendo a sua volta una sconvolgente verità.

Qualcosa che può cambiare la vita di entrambi. Per sempre.


Link Arcobaleno lunare

https://www.amazon.it/Larcobaleno-lunare-Simona-Mendo/dp/8833662071/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1548189477&sr=8-1&keywords=l%27arcobaleno+lunare

L’arcobaleno lunare, cartaceo e ebook (anche su Kindle Unlimited)

Copertina flessibile: 258 pagine

Editore: PubMe (17 gennaio 2019)

Lingua: Italiano

Biografia

Simona Mendo è nata a Genova nel 1977. Da sempre divoratrice di libri, appassionata di ballo e fotografia, moglie e mamma tuttofare di due splendide bambine, vive nella sua meravigliosa Genova, che ogni giorno è fonte di ispirazione per i suoi romanzi. Fin da ragazza, accanita lettrice di romanzi d’amore, ha riempito interi quaderni di storie travagliate e appassionanti, scritte rigorosamente con la penna blu. Due di queste, “Quel bacio al chiaro di luna” e "L'arcobaleno lunare", diventano ora i suoi romanzi per la Literary Romance.

CURIOSITA’

L’arcobaleno lunare, o arcobaleno bianco, è l’arcobaleno che si forma di notte, alla luce della luna. È tanto raro quanto affascinante perché, nonostante appaia bianco, in sé racchiude tutti i colori, ancora più splendenti. Bianca e Neemia sono proprio come un arcobaleno lunare: racchiudono dentro se stessi mille colori, ma hanno paura di mostrarli alla luce del sole.

ESTRATTI:

Riprendo a lavorare, maledicendomi per aver buttato via tutto questo tempo dietro a quella stronza, profondamente amareggiato per come si è conclusa la storia d’amore più importante della mia vita.

Con le lacrime agli occhi sigillo ogni più piccolo spiraglio che mi metta in comunicazione con l’esterno e per tre settimane mi isolo completamente dal resto del mondo.

Rimanevo sveglio a vegliare su di lei e mi convincevo sempre di più che se mai avessi trovato una ragazza a cui voler bene, doveva essere esattamente come Viola.

Unica e speciale.

C’era qualcosa nel suo sguardo, nel suo viso… qualcosa di struggente.

I suoi occhi scuri mi facevano pensare a pozze d’acqua in cui tuffarsi nelle calde giornate estive, i suoi capelli, l’ondeggiare sinuoso dei fili d’erba mossi dal vento, e la sua bocca… teneri baci da non dimenticare.

“Sei riuscito a esprimere stati d’animo così intimi, in cui mi sono riconosciuta appieno, sofferenze e angosce, come se mi avessi letto dentro, e mi chiedo come sia possibile…”

Mi avvicino al suo corpo, quasi a sfiorarlo. E con voce rotta le rispondo:

“Perché sono gli stessi stati d’animo che ho provato anch’io…”


3 visualizzazioni

A BLOG BY TraLeRighe 

Social Book Free

© 2016 BY TRALERIGHE

WEEKLY NEWSLETTER