Staff TraLeRighe

Brancadoro Emilio
Carolla Silvana
Faniello Domenico

Galliano Mauro

BukItaly

FESTIVAL DEL LIBRO - ESTATE 2020
DAL 6 AL 31 LUGLIO
logo-nuuuuz.com.jpg
logo-nuuuuz.com.jpg

BukSummer è organizzato da TraLeRighe

Logo2020.jpg

HOME

HOME

SCADENZA ISCRIZIONI 30 settembre 2020

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

Logo2020.jpg

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

Come Ali di Farfalla dell'autrice Maria Rosaria Belfi

'Come ali di farfalla' è un libro scritto dall'autrice Rosaria Belfi con la Casa Editrice Apollo Edizioni. Anno di pubblicazione: 21/ 02/ 2017; Collana: L'Urlo nel silenzio. La penna della Belfi narra la vita della protagonista portandoci, mano nella mano, in Siria. Mondo sconosciuto ma tanto amato da Sara. Amicizia, amore per i bambini e per la natura sono il leitmotiv di: 'Come ali di farfalla'. Una favola che provoca emozioni. Senti davvero echeggiare i bombardamenti nel cuore della 'vecchia' Mesopotamia. Fareeda amica di Sara, di tanto in tanto torna in Italia, quel mondo occidentale dove cerca la libertà. La libertà di: amare, sognare ed evadere nel posto dove si sente prigioniera, la Siria. Sara è una donna super indipendente, con la voglia di Oriente. Insomma due donne con culture diverse ma con un unico ideale. L'autrice ama raccontare di donne e della propria sensibilità, la propria volontà di essere indipendenti abbattendo le barriere dell'ignoranza racchiusa della guerra. Le illustrazioni di Antonella Chiappetta rappresentano una nota delicata all'interno delle 62 pagine della Belfi. Rileggerei questo libro ai bambini per trasmettere l'insegnamento di pace, amore e fratellanza; anche tra le diverse etnie facendo dimenticare il termine: razzismo.

''Salì su un autobus inverosimilmente affollato. Etnie diverse miravano a sorreggersi alle apposite maniglie così come nella vita cercavano gli appigli della speranza per ritrovare i giusti parametri di un'umanità, alla deriva. Riconobbi una ragazza siriana che indossava gli abiti tradizionali e sostava col suo bambino nel passeggino, nello spazio riservato. Non potei fare a meno di fare una carezza al piccolo che mi ricambiò con un sorriso''.

Ricorderei comunque questo libro grazie alla sua graziosa ed accattivante: copertina rosso fiammante, forse in ricordo di tutte le vittime, della guerra.



1 visualizzazione