Staff TraLeRighe

Brancadoro Emilio
Carolla Silvana
Faniello Domenico

Galliano Mauro

FESTIVAL DEL LIBRO - ESTATE 2020
DAL 6 AL 31 LUGLIO
logo-nuuuuz.com.jpg
logo-nuuuuz.com.jpg

BukSummer è organizzato da TraLeRighe

Logo2020.jpg

SCADENZA ISCRIZIONI 30 settembre 2020

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

Il Colore dell’inganno Di Eraldo Guadagnoli

‘Il Colore dell’inganno’ un libro scritto dall’autore Eraldo Guadagnoli con la Casa Editrice Virginia Edizioni. Anno di pubblicazione: 2017, Pagine: 146 p., Brossura EAN: 9788899980061- ISBN: 978-88-99980-06-1 Prezzo: 16,00 €

L’Autore:

Eraldo Guadagnoli è nato a Sulmona, in provincia de L’Aquila, nel 1974. Dopo aver conseguito gli studi umanistici e una specializzazione in Editoria e Comunicazione, collabora con diverse case editrici. Nel 2016, fa il suo esordio da autore con il romanzo ‘Scacco al re’. ‘Il colore dell’inganno’ è il suo secondo romanzo.

Recensione:

I due detenuti Sefano Bellotti e Antonio di Paolo, s’incontrano in una delle tante celle del carcere di Rebibbia. Antonio cela dentro al suo zelo un grande segreto: il nascondiglio dei soldi rubati. Stefono Bellotti è un pregiudicato che ha scontato due anni nell’omonimo carcere. Giovane e bello; cattura il cuore della bellissima Miriam d’Anna figlia di un luminare della cardiologia.

La penna del Guadagnoli inizia a prsentarci la storia con l’interrogatorio della giovane: Miriam d’Anna accusata di aver legami con il giovane pregiudicato. Ribelle e passionaria, nasconde un grande segreto.

‘Miriam non si scompose, rispondendo seccamente: ‘Assolutamente no. E’ un bel ragazzo. Magari un pò grezzo con i suoi modi spicci. Però con me è stato gentile. Anzi se non fosse stato per lui...’

Dialoghi in dialetto romano ed il modo in cui la mente del Guadagnoli presenta la narrazione sono molto simpatici e rendono la fluidità della lettura: artificiosa ma impeccabile.

‘Mò capisco perché m’hanno fatto ‘scì prima. Solo per faje vedè do’ Antonio ha nascosto i i sordi.’

Una breve ma interessante intervista all’autore:

1. Ci sono scrittori disciplinati, metodici, che stilano scalette e rileggono mille volte i loro scritti; e autori che istintivamente buttano giù frasi su frasi fino a comporre un romanzo. Lei? Che tipo di scrittore è?

-Ogni volta che scrivo una storia, ho già una trama e un intreccio che sviluppo man mano; cerco di arrivare a scrivere quasi tutto il romanzo, per poi rileggerlo e apportare eventuali modifiche. Ma in genere adotto una via di mezzo: mentre tento di arrivare a fine prima stesura, rileggo continuamente ciò che ho scritto.

2. Stila una scaletta prima di scrivere un romanzo o un racconto o va dove la porta la storia?

-La scaletta c'è sempre, anche per riordinare le idee. Ritengo che ogni autore abbia la sua. Per quel che mi riguarda, è capitato di scrivere un racconto secondo un certo fil rouge, e con una conclusione che già avevo in mente. Ma successivamente è capitato di dover modificare il finale, poiché nel frattempo altre idee mi hanno fatto modificare il corpo della storia.

3. Quale dei personaggi dei suoi libri assomiglia più a lei?

-A dire il vero, ho sempre cercato di trasmettere qualcosa di mio a tutti i miei personaggi. Però, sono convinto che quel personaggio che mi somiglia tantissimo non c'è ancora.

4) Spiegaci in poche parole chi sei, cosa ami fare e qual è il ruolo della scrittura nella sua vita.

-Io sono figlio di un insegnante, e quindi la lettura e la letteratura in genere mi accompagna sin dalla tenera età. Ho collaborato nella redazione di alcune case editrici, come editor e correttore di bozze e ciò mi ha permesso di capire alcuni passaggi che da lettore forte non erano evidenti. Amo scrivere, da sempre, anche se ho iniziato a pubblicare in età matura.

5) Qual è stato il percorso che le ha permesso di pubblicare il suo libro?

-Il percorso che ho seguito è stato casuale, anche se la tentazione c'è sempre stata. E consiglio sinceramente a tutti coloro che hanno la volontà di dire qualcosa attraverso un manoscritto o un romanzo, di scegliere bene con chi pubblicare.

6) Prossimamente…

-In cantiere ci sono altri romanzi: un noir che sta per essere consegnato, due romanzi storici e una pubblicazione di saggistica. Ho altre quattro tracce da sviluppare, ma è meglio fare una cosa alla volta.

Romanzo eccitante con: interessanti e profondi colpi di scena. In vendita su: ibs.it, Amazon ed i cataloghi online e librerie.


0 visualizzazioni