Staff TraLeRighe

Brancadoro Emilio
Carolla Silvana
Faniello Domenico

Galliano Mauro

FESTIVAL DEL LIBRO - ESTATE 2020
DAL 6 AL 31 LUGLIO
logo-nuuuuz.com.jpg
logo-nuuuuz.com.jpg

BukSummer è organizzato da TraLeRighe

Logo2020.jpg

SCADENZA ISCRIZIONI 30 settembre 2020

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

Il grido del cigno nero di Delia Deliu

SCHEDA ROMANZO

TITOLO: Il grido del cigno nero

AUTORE: Delia Deliu

EDITORE: Createspace Independent Pub

FORMATO: ebook e cartaceo

PREZZO: 2,99 euro – ebook

4.99 euro – cartaceo

LINK D’ACQUISTO:

https://www.amazon.it/Grido-Del-Cigno-Nero/dp/1523800755/ref=sr_1_fkmrnull_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=2CHYN0EXPSHZR&keywords=il+grido+del+cigno+nero+di+delia+deliu&qid=1557868149&s=books&sprefix=Il+grido+del+cigno+nero+di+delia+deliu%2Cstripbooks%2C264&sr=1-1-fkmrnull

GENERE LETTERARIO: narrativa generale

DATA DI USCITA: 1 febbraio 2016

SINOSSI:

Xenia è un’infermiera, votata interamente alla famiglia e al lavoro, che vive oramai una vita rassegnata dal punto di vista dell’amore, l’uomo che ha sposato non è mai riuscito a conquistarla e ora, dopo anni di matrimonio, è tutto finito. Ha un rapporto molto confidenziale con i due figli, al punto che un bel giorno, vista l’apatia della madre, a sua insaputa la iscrivono su un sito di incontri.

La titubanza iniziale viene vinta dalla sua innata curiosità e dal desiderio di capire cosa il mondo maschile le possa ancora riservare. Il romanzo mette anche in evidenza la sua vita professionale, con parecchi aneddoti e racconti su pazienti e colleghi, descrivendo situazioni a volte dolorose, a volte esilaranti. La storia si alterna tra la vita familiare, il lavoro e queste conversazioni in un mondo virtuale.

Xenia è una donna inconsapevole del suo fascino, che non sa affrontare il mondo maschile, ma osserva e impara. È alla ricerca dell’amore, anche se inconsciamente; ha voglia di assaporare questo sentimento e, allo stesso tempo, ha il terrore che questo succeda e le faccia perdere la lucidità e il controllo della sua vita. Le sembra di aver incontrato l’uomo in grado di colorare la sua vita troppo grigia, ma questa felicità subisce un’imprevista svolta. Il suo grido di donna verso il mondo maschile, è come il grido del cigno, può esprimere il dolore o la felicità, dipende da chi lo sta ascoltando.

Perché un lettore dovrebbe leggere Il grido del cigno nero?

Il grido del gigno nero è una storia di vita di una semplice donna, di una realtà attuale, di ricerca di felicità con la quale chiunque legga potrà confrontarsi. Un romanzo che ricorda che, ancorché destinata alla fine, condizionata da conflitti e contraddizioni, dal peso delle maschere che indossiamo o siamo costretti a indossare, la vita è il risultato delle nostre scelte, che le scelte che facciamo ci qualificano, e che siamo liberi finché possiamo scegliere.

ESTRATTI DAL ROMANZO:

Più volte nella sua vita si è illusa. Come donna, ha il difetto di guardare le cose non per quello che realmente sono, ma per quello che lei avrebbe bisogno che fossero. Costruisce castelli di carta fondati su convinzioni fasulle, si sente protetta dentro le loro fortezze fatte di illusioni, poi si stupisce quando crollano a terra e rimane ferita e delusa. Passa del tempo a chiedersi il perché, ma a volte è solo tempo perso, l’unica colpevole è lei che si è raccontata bugie. È come vedere l’arcobaleno in una pozzanghera d’olio.

Non puoi amare una persona e allo stesso tempo farla soffrire, perché è questo che il marito faceva ogni volta che tornava a casa ubriaco, ogni volta che andava a letto barcollando, ogni volta che vomita dove capitava Giovanni la faceva soffrire riducendosi così. L'amore è un piatto che le è stato portato via ancor prima che lei potesse assaggiarlo, ma lei sogna ancora, vorrebbe gustare almeno una volta nella vita l’amore, lentamente, cucchiaio dopo cucchiaio, sentire il suo sapore a tal punto da farle annebbiare la mente.


0 visualizzazioni