Staff TraLeRighe

Brancadoro Emilio
Carolla Silvana
Faniello Domenico

Galliano Mauro

FESTIVAL DEL LIBRO - ESTATE 2020
DAL 6 AL 31 LUGLIO
logo-nuuuuz.com.jpg
logo-nuuuuz.com.jpg

BukSummer è organizzato da TraLeRighe

Logo2020.jpg

SCADENZA ISCRIZIONI 30 settembre 2020

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

Intervista Fiorella di Mauro 21/09/2018

Parlaci un po' di te. Chi sei e cosa fai nella vita?

Per me è sempre difficile parlare di me. Non so esattamente spiegare chi io sia, ma posso dire che amo diventare... trasformarmi nei personaggi dei miei romanzi.


Perché hai cominciato a scrivere? C’è un’immagine nella tua memoria che ricollega al momento in cui hai deciso di voler diventare scrittrice?

Il ritornare indietro nel tempo mi fa un po' sorridere. M vengono alla mente tanti episodi che a oggi sono ben chiari. A scuola quando facevo i temi di classe navigavo molto con la fantasia e alle volte non seguivo del tutto la traccia, ma seguivo me stessa. Quindi credo che ho sempre amato scrivere ma il momento che ha decretato l'inizio di questa mia passione è stato proprio quando ho iniziato a scrivere il romanzo il destino in una lacrima. Nato come un fumetto ma diventato un libro!


Ci racconteresti il tuo rapporto con la scrittura e com’è cambiato nel tempo. Cosa significa scrivere oggi, e cosa significava agli inizi? Cos’è rimasto, cos’ha perduto, e cos’ha guadagnato?

Scrivo perché non ne posso fare a meno. Scrivo per dare sfogo alla mia fantasia ai miei pensieri. Scrivo perché è il mio modo di comunicare alle persone il mio "Io" Scrivo perché amo mettere su carta la mia conoscenza... il mio sapere. Scrivo perché è una sfida quotidiana col mondo con me stessa. Scrivo perché... perché io non possiedo sangue nelle vene ma inchiostro.


Per descrivere un personaggio X a chi ti sei riferita nella vita reale? Esiste oppure è frutto della tua fantasia? Come costruisci discorsi ed i comportamenti di qualcuno che non è mai esistito?

Finora tutti i personaggi dei miei romanzi sono frutto della mia fantasia. Prima di iniziare a scrivere creo una base centrale della storia e i personaggi con il loro passato e il loro carattere. Amo la psicologia quindi anche involontariamente nella vita di tutti i giorni osservo le persone e assimilo il loro comportamento quindi quando devo descrivere un personaggio sono certa che inconsciamente sfrutto quello che ho appreso dalle persone a mio vantaggio per il romanzo!


Quante storie, romanzi, racconti, libri, e-book hai scritto finora?

3 romanzi (uno sentimentale e due fantasy) 4 racconti 1 favola 1 sceneggiatura e 1 fumetto.


Delia Deliu: Allora, Fiorella Di Mauro, c'è un personaggio storico con cui vorresti fare una lunga chiacchierata e per quale motivo?

Solo uno? Ne avrei una caterba! Mi limiterò a due. Benito mussolini perchè vorrei conoscere tanta verità di quel periodo storico. Oriana Fallace perché lei è la mia musa. Avrei tanto da imparare da lei.


Delia Deliu: Una cosa che negli altri ti fa arrabbiare e una di te che ti fa arrabbiare.

Odio il mio non fidarmi degli altri. Odio la falsità degli altri.


Eli Valverde: A che età hai iniziato a scrivere?


Scrivo da sempre ma solo a 19 anni ho scritto il primo romanzo!


Qual è il tuo pubblico ideale? A che lettore pensi quando scrivi?

Mi piace mischiare i vari generi. Unire la fantasia alla realtà di fatti accaduti o di leggende antiche. Unisco la religione alla scienza. La fede all'ateismo. Quindi cred sia adatto a pochi. Il mio è un genere non tanto ricercato dai lettori italiani.


Cosa consigli ad un autore: Casa Editrice o Self?

Casa editrice... odio amazon! Ahahah è un covo di vipere!


Hai presentato un libro questa sera, ti andrebbe di lasciarci un pezzo estratto dal tuo romanzo?

Se avesse conosciuto i veri sentimenti che il prete nutriva per quella fanciulla così sola, dalia non sarebbe ricorsa alla magia per scoprire qualcosa sul suo compagno di avventura. «Cosa potrei fare? Potrei usare l’acqua benedetta per scoprire qualcosa sul passato di Leonard» Così facendo, prese una pergamena vergine, sulla quale disegnò la stella pentagonale rivolta verso l’alto e, al centro di essa, pose una bacinella di metallo contenente l’acqua benedetta. Come ultima cosa, formulò l’incantesimo che lei stessa scrisse sulla pergamena. «dentro a questa acqua pura in questa notte oscura i pensieri di colui che nulla vuol far sapere io voglio vedere» La figura che vide fu quella di una ragazza bella e sensuale che sorridente la guardava. Nutrendo un po’ di invidia rimase a fissarla ipnotizzata fino a quando una nube oscura l’avvolse facendo divenire l’acqua benedetta nera come la notte. dalia a quel punto fu costretta a pronunciare uno spezza incantesimi. «Stelle di fuoco Luna di ghiaccio rompete adesso l’incanto che ho fatto» Come se il pericolo fosse svanito, con la rottura del primo incantesimo, dalia si lasciò cadere sul letto riottenendo lentamente le forze perdute. “Ma cosa sarà stato? Non mi è mai capitato nulla di simile. Forse quella donna è morta”.


Prossimamente... cos'hai in programma?

Andare a Firenze per la fiera "Libro aperto" assieme a questo magnifico gruppo! Del resto IO SONO NUUUUZ!!!




0 visualizzazioni