Staff TraLeRighe

Brancadoro Emilio
Carolla Silvana
Faniello Domenico

Galliano Mauro

FESTIVAL DEL LIBRO - ESTATE 2020
DAL 6 AL 31 LUGLIO
logo-nuuuuz.com.jpg
logo-nuuuuz.com.jpg

BukSummer è organizzato da TraLeRighe

Logo2020.jpg

SCADENZA ISCRIZIONI 30 settembre 2020

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

L'ultimo sposatore DI VINCENZA D’ESCULAPIO


“L’ultimo sposatore” è il secondo romanzo di Vincenza D’ESculapio, professoressa e scrittrice,edito da homo scrivens. “L’ultimo sposatore”, il tempo ritrovato in un romanzo che vive di amori e di incanti in quel di Forio d’Ischia. Il romanzo rappresenta la riscoperta di un passato fatto di tradizioni che ancora insegna ed è ancora attuale. E’ anche la riscoperta di un passato misterioso che ha bisogno di nuova ricollocazione nella mente della protagonista Dafne. Ultima di una antica famiglia nobiliare,Dafne viene chiamata a ricomprendere il passato del suo casato e a cimentarsi con un misterioso silenzio intorno ad esso. La donna ritorna così sull’isola verde di Ischia, a Forio precisamente,e lì cerca di ricomporre le sue estati. I ricordi del passato riprendono vita, le scelte dolorose e non facili, i lutti, tutto ritorna a galla. Ecco perchè è il tempo ritrovato di un tempo che vive ancora e che racconta della tradizione dell’ultimo sposatore del titolo, ovvero colui che sposava le ragazze “esposte” della Real casa dell’Annunziata a Napoli ed è intorno a questa antica tradizione che si snoda tutto il romanzo. Questo romanzo è anche una saga familiare che man mano rivela tutti i suoi segreti ed intrecci amorosi e non. La protagonista Dafne, insieme con gli altri protagonisti del libro,rincorre questo passato e lo riscopre insieme al lettore tra amori, esperienze, distacchi, discorsi e tutto ciò che crea una vita vissuta di una famiglia nel corso del tempo. Lei ora è pronta ad affrontare gli uomini e le donne che l’hanno accompagnata nella sua infanzia, nella sua giovinezza. E così conosciamo Alba, una donna centenaria che è la memoria storica della famiglia, Carlo, l’uomo della pazienza infinita, Tano e Isa, Piergiorgio, l’amore desiderato,Dimitri, l’uomo dalle lettere appassionate. “L’ultimo sposatore” è il racconto del tempo ritrovato e sospeso in un non tempo,quello che urla riflessioni, vendette, chiarimenti, sensazioni, nuovi svelamenti, quel tempo non solo di Dafne ma anche di tutti i protagonisti del percorso di questa famiglia nobile. Il tempo ritrovato e sospeso che riemerge per poi nascondersi di nuovo in un andare avanti ed indietro infinito. I personaggi che affollano il romanzo sono tutti meravigliosamente descritti, addolciti dallo sguardo della protagonista che li rivede in una diversa luce di consapevolezza. La scrittura di Vincenza D’ESculapio è ricca di dettagli,è abbondante di sensazioni, descrive e si ritrae, accenna, avanza, si ferma e torna indietro in un affascinante viaggio che permette al lettore di assaporare il gusto di antichi rituali e tradizioni, il gusto di ricordi sempre vivi. DANIELA MEROLA


0 visualizzazioni