Staff TraLeRighe

Brancadoro Emilio
Carolla Silvana
Faniello Domenico

Galliano Mauro

BukItaly

FESTIVAL DEL LIBRO - ESTATE 2020
DAL 6 AL 31 LUGLIO
logo-nuuuuz.com.jpg
logo-nuuuuz.com.jpg

BukSummer è organizzato da TraLeRighe

Logo2020.jpg

HOME

HOME

SCADENZA ISCRIZIONI 30 settembre 2020

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

Logo2020.jpg

1° Premio
Pubblicazione del libro con la Casa Editrice DAIMON EDIZIONI

Nuvole di zucchero di Crystal Allison Moore

Pagina Autore: https://www.facebook.com/crystalallisonmoore/

Presentazione autore:

Crystall Allison Moore è nata in Italia nel 1978 e possiede una laurea in economia. Dietro lo pseudonimo si cela una donna dedita alla famiglia e al lavoro. Da sempre possiede una intensa passione per la lettura. Ama la poesia, i grandi classici della letteratura italiana e straniera. Le sue letture spaziano dalla narrativa storica a quella rosa ed erotica anche se, l’erotismo che predilige è quello non triviale che scaturisce dall’intensità dei sentimenti. Nel 2018 pubblica in self il suo primo romanzo rasa-erotico, Nuvole di zucchero che, pur essendo un’opera di fantasia per quanto attiene i personaggi e l’ambientazione, trae spunto da eventi in parte reali. Temi quali la violenza e le fobie, volutamente vengono alleggerite dal racconto fantasioso e, per questo, rielaborati per adattarli alla narrazione.

Attualmente sta lavorando alla stesura del suo novo romanzo e, di tanto in tanto, si diletta nella poesia.

Curiosità sul romanzo: Ho scritto Nuvole di zucchero incoraggiata da un caro amico che, purtroppo non è più tra noi. In realtà inizialmente non pensavo di pubblicarlo, ma dopo la sua morte ho trovato il coraggio di farlo. Nelle pagine di Nuvole di zucchero ho voluto lasciare traccia del suo ricordo: una testimonianza di un’amicizia profonda e genuina, di inestimabile valore che nemmeno la morte è riuscita spegnere. Nuvole di zucchero rientra nel genere rosa-erotico. Pur essendo un’opera di fantasia per quanto attiene i personaggi e l’ambientazione, trae spunto da eventi in parte reali. Temi quali la violenza e le fobie, volutamente vengono alleggerite dal racconto fantasioso e, per questo, rielaborati per adattarli alla narrazione.

Nuvole di Zucchero di Crystal Allison Moore Autoconclusivo

Genere: Rosa – Erotico

Costo: 0,90 Euro

Selfpublishing

Link di acquisto:

https://www.amazon.it/dp/B07CWDWX5T/ref=cm_sw_r_fa_dp_U_o.c-Ab8MR4BEX

Sinossi:

La vita prosegue inesorabile e io ne seguo il corso senza realmente viverla, come se fluttuassi in una dimensione parallela senza una meta precisa. Il mio corpo è un guscio inanimato che si muove meccanicamente: dorme, si sveglia, si lava, mangia, beve, studia, lavora. La mia anima osserva da spettatore passivo, distaccata, spenta, come se non appartenesse al quel corpo ancora in vita. I giorni proseguono così, infiniti e il mio corpo inanimato continua a sopravvivere.

“Nuvole di zucchero” è un connubio di dolore, violenza, amicizia, amore e rinascita.

L’amore è espletato in ogni sua forma: da quello filiale e fraterno a quello passionale e intenso che unisce un uomo e una donna. Quest’ultimo è descritto meticolosamente, non solo per quanto attiene il sentimento in sé per sé, ma anche attraverso le frequenti e particolareggiate scene erotiche.

La protagonista femminile è Emily, una giovane donna di ventitré anni che sopravvive nel ricordo costante della sofferenza alla quale circostanze avverse la hanno costretta quando non era che un’adolescente. La morte prematura dei suoi genitori prima, e la violenza morale e fisica subita da chi avrebbe dovuto occuparsi di lei, dopo, la hanno spezzata al punto tale da aver spento ogni desiderio per la vita. Raggiunta la maggiore età, fugge dalle mani dell’orco che la abusata, trovando rifugio nello studio e nell’amore per i libri. Lentamente, con il sostegno di Albert e Laura, fedelissimi amici dei suoi genitori, che la amano come se fosse loro figlia, Emily prosegue gli studi raggiungendo l’agognato traguardo della laurea, mentre, contemporaneamente, lavora presso un’importante azienda milanese, la Casati Customer Care S.p.A.

Nonostante i suoi traumi, le sue fobie, le sue paure, Emily, sospinta da una flebile speranza di vivere una vita normale, lontana dai luoghi che le rammentano costantemente il suo inferno e, soprattutto da chi, ancora, agogna farle del male, coglie al volo l’opportunità di intraprendere un periodo di internship presso una rinomata casa editoriale a Seattle.

Qui, il suo primo giorno di tirocinio, complice un incidente, incontra il famigerato e bellissimo William Casati.

Nonostante i continui battibecchi, tra i due è amore a prima vista. Riuscirà William a penetrare il cuore di Emily abbattendo le spesse mura che ha innalzato per proteggere la sua fragile anima? Riuscirà a farle superare i suoi trauma, la sua paura di amare, la sua fobia per gli aghi e, in generale, per l’intero ambiente medico-ospedaliero?

In un punto della narrazione, a catturare l’attenzione del lettore è la storia di un personaggio misteriosa, la cui presenza lascerà un segno nella vita e nell’anima dei protagonisti.

Le scene di sesso e violenza sono descritte in modo esplicito, per cui se ne raccomanda la lettura esclusivamente ad un pubblico adulto e consapevole.

Estratto:

Da quassù la vista è spettacolare. Sono seduta tra le gambe di William su un morbido tappeto che ha fatto sistemare appositamente nella parte riparata del terrazzo. Sta piovendo, per cui, temendo che possa prendere freddo, mi ha avvolta in plaid di cotone leggiero. L’atmosfera è così romantica! In genere la pioggia mi incupisce, ma non in questo momento. Il rumore derivante dal suo picchiettare incessante, l’odore di terra bagnata che impregna l’aria, l’essere stretta tra le braccia di William, che tra un bacio e l’altro mi imbocca con piccoli bocconi di bistecca e insalata bagnati in una salsa squisita, si rivela una combinazione vincente che mi fa ritornare il buon umore. Trascorriamo in terrazzo l’intero pomeriggio coccolandoci, progettando il matrimonio e la nostra vita futura fino a quanto, il bisogno fisico di lui, il desiderio di averlo dentro di me, mi rendono audace a tal punto da indurlo ad abbandonare ogni resistenza dovuta ai suoi timori di farmi male. Sono dieci giorni che non mi tocca. Troppi. Sono sicura che il mio malumore sia dipeso in parte anche da questo. Quando mi posizione su di lui, sfregandomi contro la sua erezione, lo faccio capitolare nel giro di pochi istanti. Lo sento gemere sulla mia bocca.


16 visualizzazioni