Profilo

Data di iscrizione: 10 ott 2018

Chi sono
2 Like ricevuti
1 Commento ricevuto
0 Migliore risposta

Ciao a tutti, mi presento aiutandomi con

tre aggettivi che mi rappresentano: sopravvissuta, perseverante e fiduciosa.

Sopravvissuta: Sono nata a Rosignano Marittimo (LI) nel 1965, inaspettatamente, dopo sole ventiquattro settimane di gestazione all’ospedale Ernesto Solvay, allora clinica privata riservata ai soli dipendenti dello stabilimento Solvay, dove mio padre lavorava. In seguito venni trasferita d’urgenza all’ospedale di Livorno, dove mi accompagnò mia zia Anna, cui deve il mio nome, e lì rimasi per tre mesi.

La mia volontà di sopravvivere a quella dura prova rappresentò per tutta la mia famiglia un punto di riferimento, la dimostrazione di come la vita, a volte, può riservare strane e inaspettate sorprese;

Perseverante: Sono l’ultima di tre figlie, tra me e le mie sorelle vi sono 13 e 10 anni di differenza.

Proprio per questa vicenda anomala legata alla mia nascita e alla volontà perseverante di far parte di questo mondo, lungo la mia vita ho mantenuto ampliamente questo proposito espandendolo su ogni vicenda che mi investiva, facendo letteralmente impazzire mia madre e le mie sorelle. Nella mia famiglia ero conosciuta come “il maschiaccio ribelle con la gonna”;

Fiduciosa: Da sempre, la mia fiducia nei confronti degli altri mi ha portato, molte volte, a grosse delusioni. Amo fin da bambina i cavalli, con la complicità di mio padre, sono entrata in contatto con questi splendidi animali in alcune occasioni, in contrasto con il pensiero di mia madre, all’epoca amazzone esperta.

Riconosco nei cavalli il mio spirito di libertà anche adesso che ho 52 anni, per questo motivo ho voluto creare un mio allevamento.

A loro non posso nascondere niente e, riconosco distintamente, che questo dare fiducia e riceverla in cambio mi ha portato a modificare molto il mio carattere rendendomi più riflessiva, più giudiziosa, stupendo persino le mie sorelle.